Un consigliere comunale, eletto nel 2012 con la lista civica “Palagonia Futura”, è stato freddato in un bar di Palagonia, nel catanese. La vittima aveva 42 anni e, stando alle prime indiscrezioni, l’agguato non sarebbe affatto riconducibile alla sua attività politica. Nella sparatoria è rimasto ferito anche il titolare del locale, Paolo Sangiorgi, di 52 anni, in cui si trovava il consigliere comunale Marco Leonardo. Immediatamente sono scattate le indagini dei militari che hanno già portato ai primi risultati e alla confessione del killer.

Ucciso un consigliere comunale di Palagonia

Il killer della sparatoria di questo pomeriggio si è poi consegnato ai carabinieri di Palagonia ammettendo il tragico gesto. Il movente sarebbe da ricercare in un presunto debito tra i due uomini. L’omicida, infatti, armato di pistola, stando ad una prima ricostruzione, avrebbe fatto irruzione nel bar e così avrebbe sparato contro il consigliere comunale Marco Leonardo (che, dopo poco tempo, è deceduto) colpendo accidentalmente anche il proprietario del locale di Palagonia.

Consigliere comunale freddato in un bar

Gli inquirenti – che stanno indagando sull’omicidio di Palagonia – escludono che possano esserci collegamenti tra la sparatoria di questo pomeriggio e l’attività politica del consigliere comunale. Escluso anche il movente passionale. Un debito tra i due, dunque, sarebbe alla base del tragico gesto.