Le immagini della maxi rissa tra ambulanti africani e italiani hanno fatto il giro d’Italia: esattamente un mese fa, in pieno giorno, alla Fiera di Catania si consumava una “guerra civile” tra alcuni commercianti che si sono lanciati addosso oggetti di ogni tipo fino a quando un furgone bianco – guidato da un italiano – si è persino scagliato sulla folla rischiando di causare una strage. Insomma, un vero e proprio Far West.

Immediata la reazione delle forze dell’ordine che prima hanno identificato i soggetti coinvolti nella rissa (individuando anche l’uomo alla guida del furgone e aprendo un’indagine) e poi hanno predisposto un presidio di sicurezza che da settimane ha “liberato” quella via dagli abusivi, tutti venditori ambulanti di borse, scarpe, cinture ed orologi contraffatti.

Ora, a distanza di un mese dal Far West, la via della maxi rissa rimane presidiata dalla Polizia Municipale ma la Fiera di Catania è tornata ad essere in mano agli abusivi. Gli ambulanti cacciati dal luogo della rissa si sono semplicemente spostati altrove, come vi mostriamo in queste immagini girate con una telecamera nascosta. Le scarpe e le borse contraffate sono tornate, tutto come prima.

Tra l’altro gli abusivi stazionano (tra la fiera di Catania e corso Sicilia) a pochi metri dalle tre volanti della Polizia Municipale che, però, non intervengono.