A Catania un addetto alla sicurezza dell’aeroporto Fontanarossa ha bloccato un pacco “sospetto” al cui interno è stata trovata una bomba a mano, disinnescata, oltre ad una cartucciera con proiettili vuoti. Il pacco postale, che era in partenza su un volo misto, era diretto a Roma Fiumicino e proveniva dalla base americana di Sigonella. Era stato consegnato al Terminal merci dello scalo di Catania ed era diretto negli States, stando alle prime ricostruzioni.

La bomba era di un militare americano

L’episodio si è verificato oggi pomeriggio e ha necessitato la sospensione di tutte le attività del Terminal merci dell’aeroporto Fontanarossa di Catania così da consentire le operazioni di bonifica avviate immediatamente dalle unità cinofile e dagli artificieri della Polizia di Stato, sotto il controllo della Guardia di Finanza di Catania.

La bomba era priva di esplosivo

Uno spiacevole episodio – su cui sta indagando la polizia – che si è concluso nel migliore dei modi. “Abbiamo accertato che la bomba, così come i bossoli scarichi, erano assolutamente privi di esplosivo. Erano solo un souvenir perché privi di alcuna capacità offensiva” ha dichiarato il Questore di Catania Giuseppe Gualtieri a “Repubblica”. Al vaglio degli inquirenti la posizione del militare statunitense: come mai stava inviando una bomba negli States?