Al via a Catania lo “Street Food Fest”, una vera e propria celebrazione della cucina di strada e della sua cultura gastronomica. Quattro giorni tutti dedicati alle migliori espressioni della cucina popolare con un villaggio gastronomico che si snoda lungo la centralissima via Etnea, trasformando il salotto buono della città in una gioiosa cucina a cielo aperto.

Ma cosa potrete assaggiare? Vi consigliamo la cucina indiana con il Curry e Basmati, ovvero riso bollito con carni di manzo e pollo che ricevono l’aroma del curry, della curcuma gialla e dello zenzero dorato. Il tutto unito a un minestrone di verdure insaporito con aglio e coriandolo. A rappresentare la cucina thailandese, invece, il Kai Saté: su uno spiedo si gustano bocconcini di pollo saltati alla griglia e bagnati da un’appetitosa salsa agli arachidi. Ma c’è anche il Tachin iraniano, ovvero uno sformato di riso e pollo che solitamente si presenta come una torta salata (da porzionare successivamente) che ha tra gli ingredienti yogurt fresco, uva passa e zafferano.

Se, invece, volete osare ancora di più, vi consigliamo il Pull Porc: una carne di maiale, poi sfilacciata, arricchita da birra rossa e altri aromi e odori. Un panino farcito anche con cavolo bianco, cavolo rosso di Adrano e salsa barbecue. Impossibile non provare il Pizzolo di Sortino, preparato con la farina di riso e adatto anche ai celiaci. Consigliato quello con mortadella, crema di pistacchio, rucola e scaglie di parmigiano. Tra le pietanze più richieste spicca la Pizza fritta, esempio di cibo povero della tradizione partenopea. Senza dimenticare il Panino con panelle e crocché e il panino con la milza (Palermo) mentre da Catania il panino con la carne di cavallo e l’immancabile granita con brioche.

Il Catania Street Food sarà aperto tutti i giorni fino a domenica 20 maggio con ingresso libero. Si paga soltanto la consumazione: bisognerà acquistare una card con crediti da spendere in loco.