Succede a Catania dove una donna romena di 46 anni è sospettata di aver accoltellato il suo compagno, Ionel Vlad, di 50 anni. Il movente sarebbe la gelosia: secondo le prime ricostruzioni, i due avrebbero litigato sia martedì sera che negli ultimi mesi. Così la donna, in preda alla rabbia, lo avrebbe ucciso colpendolo al torace e causando immediatamente il suo decesso. Poi avrebbe pulito tutto, facendo sparire il sangue e chiamando tempestivamente i carabinieri. A loro ha riferito che l’uomo si era suicidato.

Catania, accoltellato al torace

I fatti sono accaduti martedì sera a Lineri, una frazione di Misterbianco, nel catanese. La donna, intanto, ha negato ogni coinvolgimento nella vicenda ma gli inquirenti – che l’hanno ascoltata per ore-  sono quasi certi della sua colpevolezza. Per questo motivo è stata fermata e condotta al carcere di Piazza Lanza: l’accusa è di omicidio volontario; il movente sarebbe la gelosia che la romena avrebbe provato nei confronti del suo compagno. Nel corso dell’interrogatorio, infatti, la sospettata si sarebbe contraddetta più volte.

Catania, la donna nega ogni responsabilità

Secondo quanto emerso, la romena non accettava il fatto che il suo compagno uscisse fuori di casa tornando spesso ubriaco. Il delitto, dunque, si sarebbe consumato al termine di una lite, l’ennesimo diverbio tra i due che, in questo caso, sarebbe sfociato nel sangue. A uccidere l’uomo una sola coltellata al torace ma sarà l’autopsia a far luce sull’accaduto che ha portato alla morte di Ionel Vlad di 50 anni.