Sono tanti i cavalli che a Roma vengono impiegati per trainare le botticelle, la classiche carrozze romane che servono per permettere ai turisti di fare un giro della città a bordo di un mezzo speciale. A quanto pare, però, sarebbero anche molti gli incidenti in cui sarebbero coinvolti i cavalli, speso causati dalle pessime condizioni del pavimento stradale.

Com’è accaduto nel corso della giornata di ieri, quando un cavallo è scivolato a terra e per diversi minuti è rimasto steso sull’asfalto. La botticella stava attraversando largo Chigi e il cavallo avrebbe perso l’equilibrio, fino a cadere rovinosamente al suolo, a causa di una macchia d’olio o di nafta da quanto si è potuto apprendere.

Gli animalisti stanno protestando ferocemente, anche sul web, proprio perché si tratterebbe di una situazione ormai nota e sono tante le richieste di intervento dirette al sindaco di Roma, Ignazio Marino. Fra l’altro, da quanto risulta, qualche giorno fa la Forestale avrebbe sequestrato le scuderie del Testaccio, in cui vengono ricoverati i cavalli. Il motivo? Le condizioni in cui gli animali vi vengono tenuti sarebbero incompatibili con la loro natura e ne comprometterebbero la salute. Il presidente dei vetturini romani, Angelo Sed, spiega che il cavallo vittima dell’ultimo incidente in largo Chigi è stato visitato da un veterinario, sta bene e al momento si trova proprio nelle scuderie del Testaccio, che sebbene sequestrate, offrono ancora la possibilità di ospitare gli animali.

photo credit: Monica Sportelli via photopin cc