“Ciao GrilloRenzi! Mentre voi ve la battete sul tavolo dei voti, nel frattempo a Roma c’è un’auto che sfreccia a 180 km all’ora e, con noncuranza, travolge 9 passanti, trascinandosi per 50 metri una giovane donna che poi muore (…)Chi se ne frega degli 80 euro o del diritto di cittadinanza se poi arriva una macchina e ti travolge. (…) Sto cominciando a pensare a Salvini.”

Sono bastate queste poche parole, e in particolare l’ultima frase con una sorta di endorsement al leader della Lega Nord, in un post sul suo blog, per far scatenare la polemica su Adriano Celentano. Parole che hanno stupito tutti, anche Matteo Salvini (in positivo). Ieri, però, Claudia Mori, moglie del cantante e attore 77enne in un’intervista a La Repubblica ha sottolineato che l’obiettivo di quelle parole non era certo quello di appoggiare la politica della Lega ma più che altro una provocazione mirata a far svegliare le coscienze:

“Adriano, come molti italiani, è esasperato -chiarisce la Mori- da tutte le bugie e false promesse che i politici da anni propinano sotto elezioni, dimenticandosi subito dopo di metterle in pratica e fregandosene dei veri problemi della gente. Lavoro, salute, scuola, sicurezza, diritti, rispetto delle regole. Se una persona notoriamente mite come Adriano dice che sta “pensando a Salvini”, lancia un grave allarme. Attenzione che il vaso è colmo.”

La Mori non ci sta che il marito venga fatto passare per razzista:

“Come si possono dimenticare tutte le trasmissioni, canzoni, interviste, film che ha realizzato per difendere proprio i più deboli? Non può essere messa in dubbio la sua coerenza e onestà intellettuale per un post che è un monito per risvegliare le coscienze assopite o menefreghiste di chi ci dovrebbe onestamente governare e da anni non lo fa. Come ho detto non condivide le linee della Lega Nord, a partire dai modi che alimentano la violenza.”

Poi la precisazione, nessun endorsement:

“Non è cambiato nulla. Adriano pensa sempre e solo agli ultimi. Non si può essere un giorno il diavolo e il giorno dopo l’acqua santa. Le tragedie ci costringono a riflettere. È un uomo libero da qualsiasi condizionamento. Per questo credo che i suoi interventi spiazzino… Difende un’idea che ritiene giusta, da qualsiasi parte arrivi.”

Chiarito ciò, resta da vedere se i fan del “Re degli Ignoranti” e “GrilloRenzi” hanno colto la provocazione. Tra poche ore, dopo la chiusura dei seggi e lo spoglio elettorale che oggi vede interessate diverse Regioni e Comuni d’Italia, vedremo se il molleggiato aveva ragione.