Quasi centomila scout stanno affollando Piazza San Pietro a Roma per incontrare Papa Francesco. Oggi Bergoglio riceverà infatti i giovani dell’Agesci, l’ Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani, arrivati da ogni parte d’Italia. Per consentire a tutti di vedere nel miglior modo possibile e sentire bene le parole del Papa su via della Conciliazione sono stati posizionati tre maxischermi che permetteranno agli scout di seguire con attenzione il momento tanto atteso insieme a Papa Francesco. L’incontro è fissato per le 11:30 e poco prima dell’inizio dell’evento il Pontefice ha inviato un tweet che recitava: “Oggi la Chiesa è Chiesa di martiri: tanti testimoni eroici. Impariamo dal loro coraggio”.

Presente oggi anche il presidente dell’Agesci nazionale, Matteo Spanò, che ha così commentato l’evento in Piazza San Pietro: “Questa udienza per noi è il punto finale di un pellegrinaggio e di una riflessione sui temi cari al Santo Padre, quelli della speranza e del coraggio di essere cristiani”. Si tratta di un avvenimento davvero da record. Giulio Turrini, del coordinamento tecnico-logistico dell’Agesci per l’evento, ha confermato che “l’Agesci conta circa 180mila iscritti e per la prima volta siamo riusciti a portare a Roma 72mila persone già confermate, di cui 18mila sono bambini piccoli, dagli 8 agli 11 anni. Poi ci sono 22-23mila ragazzi dagli 11 ai 15 anni.

“Al 70% questi ragazzi – continua Turrini - saranno ospitati presso le parrocchie e gli istituti religiosi della Capitale, con i quali i gruppi si sono messi d’accordo tramite gli uffici regionali. Sono previsti circa 707 pullman in arrivo da tutta Italia, 1400 persone arriveranno in aereo, 11.500 con i treni”.