I soccorritori hanno finora estratto 29 persone dalle macerie del centro commerciale in costruzione il cui tetto è crollato nel pomeriggio del 19 novembre in Sudafrica, a Tongaat, località situata a circa 40 Km a nord di Durban. Diversi tra i feriti sono in gravi condizioni. Attualmente è stata accertata la morte di una sola persona, ma ci sono ancora 30 dispersi sotto i blocchi di cemento armato e i rottami dei ponteggi. Tuttavia i soccorritori ritengono che sia possibile ancora trovare persone vive sotto quelle macerie.

Le squadre di soccorso hanno lavorato per tutta la notte, avvalendosi anche di cani, per trovare le persone intrappolate, prevalentemente lavoratori impiegati nella costruzione del gigantesco centro. Un mese fa le autorità avevano ottenuto un’ingiunzione che bloccava i lavori, dopo che erano state riscontrate diverse irregolarità nel cantiere. Sono ancora ignote le cause del crollo.