“Cesare deve morire” è il titolo del film che ha permesso ai fratelli Taviani di ottenere, a Berlino, l’Orso d’oro che, a sua volta, ha portato loro e il film in giro per il mondo attraverso i festival più importanti.

“Cesare deve morire” adesso arriva anche in Italia per gareggiare per cinque Nastri d’Argento.

Le votazioni sono aperte dal prossimo 4 giugno e la consegna ufficiale sarà il 30 giugno, presso il Teatro Antico di Taormina.

La premiazione sarà poi trasmessa in differita su RaiUno.

Per questa 66esima edizione dei Nastri, 18 saranno i giornalisti del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani che avranno il compito di decidere a chi assegnare gli ambiti premi.

L’SNGCI non è l’unico promotore dell’evento, collaborano infatti anche il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, BNL – Gruppo BNP Paribas in qualità di sponsor, La Regione Lazio, come supporto istituzionale, l’assessorato alla cultura, all’arte e allo sport di Roma, Taormina Arte e la Regione Sicilia con l’assessorato al turismo, allo sport e allo spettacolo.

Saranno presenti, oltre ai fratelli Paolo e Vittorio Taviani, anche Grazia Volpi, produttrice del film Roberto Perpignani, montatore, e Fabio Cavalli, responsabile del laboratorio teatrale.