Pranzo a base di sushi in un ristornate asiatico dall’epilogo fatale per una donna di Cesena il giorno di Pasqua. Dopo aver pranzato insieme al marito, e al figlio di 5 anni, la donna e il compagno hanno cominciato ad avvertire dolori allo stomaco (nessun problema invece per il figlio).

Mentre il marito è stato più “fortunato”, la moglie, di 33 anni, ha poi accusato anche altri problemi di natura respiratoria. La donna è stata subito portata in ospedale, ma poco dopo è entrata in stato di coma e, cinque giorni dopo, nel reparto Rianimazione del Bufalini di Cesena ha smesso di lottare. La donna 33enne essendo afflitta da una grave forma asmatica pensava di essere stata colpita da un attacco respiratorio.

Attualmente la vicenda non è molto chiara. Stanno cercando di fare luce i carabinieri del Nas e la Procura, che ha disposto l’autopsia della giovane donna. La donna viveva insieme al marito e al figlio di 5 anni – l’unico a non accusare problemi di alcun tipo dopo aver mangiato al ristorante asiatico – a Gatteo, in provincia di Cesena-Forlì. Attualmente, secondo quanto riportato dalla stampa locale, è indagato il legale rappresentante del ristorante asiatico dove la coppia ha pranzato il 16 aprile.