Buone notizie per Charlie, bimbo inglese affetto da una rara malattia dalla quale è impossibile guarire. I giudici hanno deciso che al piccolo dovranno essere staccate le spine per porre fine alla sua sofferenza. Non sono dello stesso parere i suoi genitori che avevano chiesto dapprima di portare il figlio in America per una terapia sperimentale e poi, in un ultimo appello disperato, di poterlo trasferire in casa così da farlo morire circondato dagli affetti dei suoi cari. Tutte le loro proposte, fino ad oggi, sono state respinte dall’ospedale inglese. Oggi è arrivata, invece, l’apertura del presidente americano Donald Trump e soprattutto dell’ospedale Bambino Gesù di Roma.

Charlie è affetto da una malattia rara

Pochi minuti fa, infatti, la mamma del piccolo Charlie ha contattato il Bambino Gesù di Roma. “È una signora che non vuole cedere davanti a nulla. Ci ha chiesto di verificare la possibilità che la cura venga fatta dai nostri medici” ha dichiarato il presidente dell’ospedale. “L’ospedale inglese dove si trova Charlie adesso ci ha detto che, per motivi legali, non può trasferirlo da noi ha aggiunto.

Per Charlie si è mobilitato anche il Papa

Sulla vicenda si è pronunciato anche Papa Francesco il quale ha chiesto a gran voce che venga rispettata la volontà dei genitori del piccolo Charlie.