E’ ufficiale. Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera alla manovra che vale 24 miliardi e mezzo di euro e che porterà alla chiusura di Equitalia. Aumenterà di 2 miliardi di euro il fondo sanitario e ripartiranno le assunzioni nel pubblico impiego: queste le promesse del Ministro dell’Interno Angelino Alfano. “Molto felice della Stabilità 2017. Un grande lavoro di squadra per l’Italia. Passo dopo passo” è il commento su Twitter del Ministro Maria Elena Boschi.

Addio Equitalia

I fondi alla Sanità, dunque, saliranno a 113 miliardi. Nessun taglio. Presto arriveranno anche “sostegni alle forze dell’ordine, alla famiglia, ai Comuni che hanno fatto accoglienza” e, in merito alla chiusura di Equitalia, è stato annunciato che si “rottameranno interessi e more delle cartelle esattoriali” semplificando e alleggerendo i regimi fiscali dei piccoli imprenditori ed “estendendo il bonus delle eco-ristrutturazioni a condomini ed alberghi”. Si tratta, di fatto, della “più grande manovra per la competitività, un grande investimento contro il dissesto idrogeologico e per le bonifiche e depurazioni”.

Oltre al concorso per 10mila posti di lavoro nelle forze dell’ordine e nella sanità, è prevista persino la stabilizzazione di 3.000 medici e 4.000 infermieri precari; entreranno in pianta organica, invece, 25mila supplenti delle scuole elementari, medie e superiori. Potrebbe essere riproposto, inoltre, il bonus studenti per i diciottenni (500 euro da spendere in cultura, ndr) mentre per le famiglie dovrebbe essere proposto un buono per gli asili nido e l’estensione dello storico bonus bebè.