Sale in tenuta adamitica in sella alla sua bicicletta e riceve una cospicua multa. Non di certo per la pedalata senza veli, né tantomeno per un tasso alcolico decisamente più alto della norma. È ben altra la violazione di un uomo in Nuova Zelanda, colpevole di aggirarsi per le strade di Timaru senza casco.

Avrà forse preso ispirazione dalle “Naked Bikes”, degli happening di nudisti in bicicletta ormai sempre più frequenti in tutto il mondo, o forse sarà stato il troppo alcol ad averlo spinto alla singolare gita al naturale. Ma nessuna di queste due azioni è stata contestata dalla polizia: non vi è atto osceno in luogo pubblico perché la pedalata non ha permesso ai passanti di notare l’area genitale, inoltre non esiste una norma che vieti l’uso della bicicletta in stato di ebrezza. Il casco, tuttavia, rimane obbligatorio: multa a tre zeri e momentaneo divieto di condurre veicoli.

Fonte: Metro

Immagine: Young athlete standing on a rock with bicycle via Shutterstock