Ieri, 13 dicembre, alle ore 11:00 al cospetto del Capo di Stato Maggiore della Sqaudra navale, Ammiraglio Donato Marzano, si è svolta una cerimonia con la quale sono stati donati alcuni cimeli di Camillo Benso Conte di Cavour, all’omonima portaerei italiana. La manifestazione si è svolta a bordo dell’ammiraglia italiana ormeggiata nel porto di Civitavecchia, dove Nerio Nesi, amministratore delegato della Fondazione Cavour di Santena (TO), ha consegnato al comandante della portaerei, il capitano di vascello Aurelio De Carolis, gli oggetti appartenuti allo statista italiano. Il giorno prima, 12 dicembre, un picchetto d’onore della Marina militare italiana, si era recato al museo di Santena per ritirare personalmente dalla collezione del museo: un piccolo collare con placca del Supremo Ordine della Santissima Annunziata, conferito a Cavour il 30 aprile 1856, con astuccio originale; il bozzetto originale del medaglione che decorava il cofano della bandiera di combattimento della corazzata R.N. Conte di Cavour, opera dello scultore Annibale Galateri di Genola ed il Decreto reale 11ottobre 1850 di nomina di Camillo Benso di Cavour a Ministro della Marina, Agricoltura e Commercio controfirmato da Massimo D’Azeglio. Questi importanti reperti saranno conservati nell’area di rappresentanza storica della portaerei “Cavour”. La marina dichiara che ”L’iniziativa, che vedra’ affidati alla portaerei Cavour, simbolo dell’eccellenza italiana, gli oggetti appartenuti allo statista, si colloca nell’anno delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia ed enfatizza il legame tra la Marina militare e gli ideali cavouriani di Unita’ d’Italia, europeismo ed eccellenza dell’Italia nel mondo”.