Non è possibile avere la pretesa di salvare l’italiano che, ogni giorno, perde un vocabolo caduto nel dimenticatoio negli angoli più reconditi della nostra testa, ma perlomeno con Le parole sono importanti possiamo pensare di dare un piccolo contributo alla salvaguardia della nostra bella lingua. Quanti sono i termini che incontriamo in un libro e vorremmo fare nostri? Invece di annotarli su un taccuino, proviamo a congelarne l’esistenza su internet e magari a inserirli nelle nostre conversazioni. Vi invito tutti a prender parte all’iniziativa e a suggerirmi le vostre parole importanti! Su, fatevi avanti mentre oggi vi ricordo l’esistenza di:

CLANGORE: deriva dal latino “clangor -oris” e letteralmente indica il suono squillante di una tromba o comunque di uno strumento a fiato. Per estensione può significare anche, strepito, rumore, suono forte in genere.

Alcuni esempi noti:

“Risonava più d’una trombetta Per Roncisvalle con certo clangore (Pulci);

Oggi l’alloro è premio di colui Che tra clangor di buccine s’esalta (Gozzano).

ALTRI LINK:

Il significato di “antonomasia”.

Il significato di “infingimento”.

Cosa vuol dire “sciamannato”.

Il significato di “solipsista”.

Cosa vuol dire “ringalluzzire”.

Ci ricordiamo di “Riminiscenza”?

photo credit: andre_gas via photopin cc