Il Censis ha reso nota la classifica delle migliori università italiane 2017. La classifica è stata compilata tenendo conto di alcuni criteri che hanno poi assegnato dei punteggi. Tra i criteri utilizzati per classificare le università italiane: servizi erogati agli studenti, strutture disponibili, capacità di comunicazione 2.0 e livello di internazionalizzazione.

Al termine dell’analisi di tutti i criteri presi in considerazione, è risultato che tra le mega università statali la migliore è l’Università di Bologna mentre tra le mega università private la migliore è senz’altro la Bocconi. Tra le grandi a primeggiare è l’Università di Perugia, tra le medie l’Università di Siena e tra le piccole l’Università di Camerino, nelle Marche.

Per quanto riguarda l’Università di Bologna, il mega ateneo resta saldo al primo posto, merito dei 92 punti cumulati. Segue a ruota l’Università di Firenze, che sale di una posizione rispetto alla classifica 2016. Al terzo posto si piazza l’ateneo di Padova mentre al quarto l’Università La Sapienza di Roma. Ultima in classifica, come nel 2016, l’Università Federico II di Napoli.

Mentre l’Università di Perugia continua a guidare la classifica delle università italiane grandi, tra gli atenei di media grandezza quello di Siena effettua il sorpasso dell’Università di Trento, sebbene la differenza di punteggio sia davvero minima.

Per quanto riguarda infine le università del settore privato, la Bocconi conferma il proprio primato ed è seguita dall’Università Cattolica. Tra gli istituti universitari privati di media grandezza, al primo posto di piazza la Luiss.