Claudio Salini, 46enne imprenditore edile, è morto in un incidente stradale avvenuto intorno alle 23.30 di ieri sera a Roma, sulla via Cristoforo Colombo.

Salini guidava la sua Porsche nera sulla corsia centrale, in direzione Grande raccordo Anulare, quando, per cause ancora da accertare, si èschiantato conto un albero. L’incidente è avvenuto all’altezza di via Giustiniano Imperatore.

Salini è stato subito soccorso da una ambulanza del 118. Estratto vivo dalla vettura, andata completamente distrutta, Salini è arrivato cadavere all’ospedale Sant’Eugenio.

Il Gruppo Eur della Polizia Locale sta procedendo ai rilievi. Tra le cause ipotizzate c’è l’elevata velocità della Porsche. Gli inquirenti stanno anche valutando le condizioni del manto stradale.

Claudio Salini era presidente e amministratore delegato del Gruppo Claudio Salini. Tra le maggiori opere realizzate dal gruppo Salini, il tratto di metropolitana da Assago a Famagosta (Milano), infrastrutture in zona Fiera a Rho, la strada che, sempre a Milano, collega Zara ad Expo, l’istituto di genetica molecolare presso il Policlinico milanese e vari parcheggi del capoluogo meneghino.

La sede amministrativa del Gruppo Salini si trova a Milano (Via Forlanini), mentre quella operativa è a Roma. Solo sei mesi fa, Claudio Salini (cugino dell’ad di Salini Impregilo) era stato coinvolto in un caso inquietante. Salini fu infatti minacciato da un clan del casertano che voleva la restituzione di un presunto credito di un milione ed ottocentomila euro. A salvare Claudio Salini dal rapimento che il clan aveva già progettato (con tanto di appostamenti) fu l’intervento dei Carabinieri di via In Selci, che sgominarono la banda.