Aveva 14 anni, ed era di Chieri – una città nella provincia di Torino. Tommaso M. è morto a seguito di un incidente mentre sciava con amici e parenti su una pista da sci di Claviere, in Valle di Susa. L’episodio è arrivato verso le tre del pomeriggio, e sembra sia dovuto ad una piccola bravata del ragazzo: mentre le altre persone che sciavano con lui sono rimasti sulla pista battuta, lui ha voluto andare sulla neve fresca e probabilmente ha provato un salto. A seguito di questo disgraziato tentativo avrebbe perso l’equilibrio e sarebbe caduto, battendo violentemente il capo su una roccia scoperta - in zona la neve è poco abbondante.

Le sue condizioni sono subito apparse gravissime. A quanto sembra i primi soccorritori hanno creduto che il ragazzo fosse già morto. L’equipe del 118 invece sarebbe riuscito temporaneamente a rianimarlo e a trasportarlo – via elicottero – all’ospedale Agnelli di Pinerolo.

Da lì il ragazzo sarebbe dovuto ripartire verso il Regina Margherita di Torino.  Ma le condizioni disperata in cui versava Tommaso hanno impedito il secondo trasferimento. Il decesso è arrivato poche ore dopo l’incidente.

Giornata difficile per chi ha sciato oggi: verso mezzogiorno è avvenuto un altro grave incidente – questa volta però il fatto è avvenuto in Val d’Aosta. Una dodicenne residente nella regione è stato trasportato all’Ospedale  Regina Margherita di Torino per un incidente avvenuto sulle piste da fondo di Valsavarenche (Aosta), in località Pont. Le sue condizioni sarebbero serie, ma non si sa altro. Insomma, quando si va sugli sci bisogna fare molta attenzione.

photo credit: Galli Luca via photopin cc