Ergastolo per l’omicidio volontario di quattro pazienti al fine d’intascare i rimborsi del sistema sanitario. E’ la sentenza della Corte d’assise di Milano nei confronti di Pier Paolo Brega Massone, ex primario di chirurgia toracica alla clinica Santa Rita del capoluogo lombardo.

La Corte ha dunque accolto la tesi della Procura, che imputava al chirurgo di aver causato la morte di quattro anziani pazienti (Giuseppina Vailati, Maria Luisa Scocchetti, Gustavo Dalto e Antonio Schiavo), decidendo di operarli senza alcuna giustificazione clinica (foto by InfoPhoto).

Brega Massone è stato anche condannato nel 2008 per truffa e circa ottanta casi di lesioni su pazienti. Da qui lo scandalo che ha travolto quella che venne allora definita “clinica degli orrori“. Su questa condanna si è in attesa del verdetto della Cassazione. Inoltre l’ex primario  è stato anche arrestato su disposizione dei Pm Grazia Pradella e Tiziana Siciliano; i magistrati ritengono che ci sia il rischio concreto di fuga.

La Corte d’assise ha condannato anche due chirurghi che facevano parte dell’équipe di Brega: Fabio Presicci (30 anni di reclusione) e Marco Pansera (26).

MORIRE IN SALA OPERATORIA

Bimba morta ospedale Roma: decesso durante operazione ad un orecchio

Malasanità Palermo: aveva un tumore all’intestino, chemio alle ovaie, morta insegnante