In occasione della Giornata Mondiale della Terra 2014, Big G ha deciso di dedicare un Doodle per celebrare l’ambiente e la salvaguardia dell’ecosistema e lo ha fatto utilizzando come soggetti 6 animali d’eccezione: il colibrì rosso, lo scarabeo, il macaco giapponese, il pesce palla, la medusa quadrifoglio e il camaleonte velato.

Uno dei protagonisti  del Doodle più ricercati di oggi è proprio il piccolo uccellino svolazzante dal becco lungo e noi vogliamo farvelo conoscere meglio. I colibrì sono noti per essere gli uccelli più piccoli al mondo: il loro peso oscilla tra i 2,5 e i 6,5 grammi per una lunghezza tra i 6 e i 12 cm. Fanno parte dell’ordine dei Apodiformes e sono chiamati Trochilidi, una famiglia di uccelli che comprende ben 342 specie diverse. I colibrì hanno la capacità di rimanere immobili a mezz’aria e di volare in moto retrogrado. Questa loro abilità è dovuta al battito rapido delle loro ali che compiono dai 12 agli 80 battiti al secondo e che gli consente di potersi cibare del nettare dei fiori.

Apprezzati specialmente dai bambini che ne ammirano gli abbaglianti colori sui libri di animali, il piumaggio dei colibrì sfoggia variazioni cromatiche che vanno dal marrone al verde e dal rosso al nero. Sono principalmente nettarivori ma, come la maggior parte degli uccelli, si nutrono anche di insetti. I colibrì esibiscono un marcato dimorfismo sessuale. Le femmine, infatti, hanno in genere dimensioni maggiori dei maschi e costruiscono da sole il nido, mentre i maschi, che hanno una colorazione molto più allegra e vivace, eseguono voli acrobatici per attirare l’attenzione delle femmine e accoppiarsi. La distribuzione dei colibrì è limitata al Nord e Sud America, dall’Alaska a nord alla Terra del Fuoco a sud, comprendendo l’arcipelago caraibico.

photo credit: Danny Perez Photography via photopin cc