Choc a Mascalucia, nel Catanese, dove un cingalese di 33 anni è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di una minorenne. Secondo il racconto degli inquirenti, infatti, una bambina avrebbe confidato alla madre che il collaboratore domestico, al servizio della famiglia da circa dieci anni, negli ultimi tempi l’avrebbe invitata spesso a “giocare” nello scantinato. La madre, accompagnata dal marito, si è subito recata dai carabinieri per raccontare tutto denunciando di quanto appreso dalla figlia minorenne che aveva fatto, dunque, chiari riferimenti alla sfera sessuale dell’uomo.

Tenta di abusare la minore e la porta nello scantinato

A seguito della denuncia della madre, i carabinieri della Tenenza di Mascalucia hanno fatto scattare le indagini attendendo l’Autorità Giudiziaria che ha fornito tutte le direttive sulle modalità di intervento, considerata la delicatezza del caso (in presenza di minori). Dopo alcune ore di appostamento, i militari hanno verificato la piena fondatezza del racconto della minore, arrestando in flagranza di retato il cingalese di 33 anni che, adesso, dovrà rispondere di violenza sessuale nei confronti di minore di anni 14.

Tenta di abusare la minore, era domestico da 10 anni

I carabinieri, infatti, intervenuti immediatamente, hanno ammanettato l’uomo che, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato portato al carcere di Piazza Lanza a Catania.