Iniziamo col dire che tutto ciò che sarà raccontato deve essere preso con le pinze perché Seborga,nei pressi di Bordighera, autoproclamato Principato e retto dal “principe” Marcello (ossia Marcello Menegatto) in realtà Principato autonomo non è, nonostante da anni rivendichi la propria indipendenza dallo Stato italiano. Il colpo di Stato che sarebbe avvenuto, pertanto, non potrebbe essere definito davvero tale mancando i presupposti perché ciò avvenga. Sta di fatto, però, che un cittadino francese, presentatosi come Nicolas Premier, avrebbe rivendicato la sovranità sulla stessa Seborga.

Il colpo di Stato del cittadino francese sarebbe poi stato comunicato attraverso il sito principautedeseborga.com, su cui non solo viene indicato il fatto che Nicolas Premier è principe di Seborga ma sono elencati anche i nomi dei Ministri e dei segretari di Stato che fanno parte del suo governo (tutti di nazionalità francese).

Nicolas Premier avrebbe già annunciato ai cittadini (o sudditi?!) di Seborga di esser pronto a battersi per l’indipendenza del Principato. Quest’ultimo, da parte sua, avrebbe già provveduto ad inviare una diffida al “golpista” francese, invitando lui e i propri collaboratori a non utilizzare né i loghi né le diciture del Principato di Seborga, poiché essi sono coperti dalle norme internazionali in materia di marchi. Il Principato di Seborga si è tutelato anche richiedendo che il sito prima indicato venga messo offline al massimo entro sette giorni. Il “principe” Marcello, nel frattempo, starebbe rientrando da Dubai, pronto ad affrontare la situazione che si è venuta a creare nel suo territorio.