Sicuramente il vino rende più euforici ed allegri, ma mai nessuno ha pensato di unire questo suo aspetto ad una creazione artistica. L’idea geniale è venuta al fotografo brasiliano Marcos Alberti che ha voluto sviluppare un intero suo progetto partendo da un’affermazione che ha voluto verificare:

“Il primo bicchiere di vino è per accompagnare il cibo, il secondo è per l’amore, mentre il terzo bicchiere è per la confusione”.

Cominciando per gioco a fotografare i visi dei suoi amici dopo una lunga e stancante giornata di lavoro, Alberti ha infatti notato che sorseggiando un pò di vino le espressioni facciali cambiavano dando spazio primi a timidi sorrisi, poi a risate sempre più ampie e goliardiche.

Il professionista ha, così, immortalato i visi dei soggetti in questione mettendo a confronto le foto di quattro momenti diversi: da quando ancora erano completamente sobri fino ad arrivare al terzo bicchiere di vino. Il risultato è stato straordinario: si nota a colpo d’occhi che le facce dei suoi amici, da seriose e imperturbabili, si trasformano grazie all’effetto dell’alcool in sorridenti e disinibite, segnate da smorfie a volte anche molto buffe.