Il cinema spesso ci regala oggetti “futuristici” che nel mondo di oggi neanche è possibile immaginare. Riesce invece Peugeot a sviluppare un prodotto che sorprende in quanto a forme e soprattutto a materiali impiegati per la realizzazione.

Si parla della concept car Onyx presentata nel 2012, un’auto in fibra di carbonio, rame e materiali ecosostenibili. Dal “guscio” esterno fino ai suoi interni, l’auto Onyx è ricca di materiali innovativi. I parafanghi anteriori e le portiere sono realizzati con un unico foglio di rame, sapientemente plasmato a mano da un artigiano, mentre il resto è in fibra di carbonio satinato. I finestrini e il tettuccio apribile sono in acrilico leggero, che regala all’osservatore delle viste uniche sugli interni dell’auto.

La struttura in fibra di carbonio funge da spina dorsale della Onyx, sulla quale è stata costruita tutta l’automobile, dagli interni agli esterni. Le soluzioni adottate per gli interni sono sbalorditive. I passeggeri sono letteralmente cullati da un unico pezzo in fibra di carbonio, con il quale è stata costruita una vasca dalla quale nascono sedili, piano e consolle centrale. Per rendere ancora più confortevole la seduta,  sono state usate imbottiture in feltro di lana. Una magistrale soluzione di design ed ecosostenibilità è stata applicata per la forgiatura del cruscotto, dove per la sua realizzazione è stata impiegata della carta giornale raccolta, compressa e modellata per la realizzazione del blocco.

Presente, ovviamente, anche tanta tecnologia, come il display elegante e all’avanguardia che fornisce tutte le informazioni relative all’auto stessa come velocità e temperatura, oltre a proporre le immagini provenienti da tre telecamere montate sull’auto: una sul retro e due laterali.

Pubbliredazionale