Si conclude con una condanna il processo ai danni di Deutsche Bank, Jp Morgan, Ubs e Depfa Bank (foto by Infophoto), le quattro banche implicate nella truffa ai danni del Comune di Milano datata 2005. Il giudice monocratico di Milano, Oscar Magi, ha condannato le quattro a un milione di euro di multa a testa, disponendo inoltre della confisca di circa 88 milioni di euro complessivi ai quattro istituti bancari. Il procuratore aggiunto di Milano, Robledo, aveva chiesto una sanzione di 1,5 milioni di euro, più la confisca di circa 72 milioni di euro totali.

Per la procura, le banche avevano raggirato il Comune di Milano, operando una vera e propria “aggressione alla comunità per via dell’opacità assoluta dell’operazione”, fornendo al Comune stesso informazioni fuorvianti circa la bontà dei contratti stipulati. Quello appena concluso è stato uno dei primi processi a livello internazionale avente come oggetto i derivati, quei complessi strumenti di cartolarizzazione del debito che sono stati il motore della crisi mondiale.