A tre giorni dal ballottaggio tra Virginia Raggi e Roberto Giachetti lo scontro per la poltrona di sindaco di Roma si fa sempre più infuocato. Ieri dopo il confronto tra i due candidati a SkyTg24 il presidente del PD Matteo Orfini ha commentato a caldo gli interventi della Raggi, accusandola di aver ripetuto la solita litania del Movimento 5 Stelle che prevede di addossare sempre la colpa agli altri.

Secondo Orfini il confronto televisivo è stato senza dubbio vinto da Giachetti. L’esponente del Pd però non si fa illusioni e si è detto consapevole che a pochi giorni dal ballottaggio la vittoria in un dibattito non possa spostare molti voti:

I cittadini ormai conoscono programmi e proposte. Il faccia a faccia Giachetti-Raggi lo ha vinto il nostro candidato perché è sembrato più convincente, autentico, naturale e libero.

Orfini ha definito quella di Roma la sfida più difficile per il PD, ma si è detto fiducioso nella rimonta e nella vittoria. La Raggi nel frattempo affila le unghie e sta già preparando la sua squadra che dovrebbe essere annunciata a breve, come ha rivelato la stessa grillina nel corso del confronto televisivo:

I nomi saranno annunciati entro venerdi. Mi sto prendendo tutto il tempo necessario. Vogliamo nomi di livello, voglio selezionare i nomi e avere colloqui a quattr’occhi.

Raggi: referendum consultivo per Olimpiadi Roma

Ieri i due esponenti si sono scontrati sui temi più caldi della campagna elettorale. Sui rifiuti Giachetti mira a proseguire il piano di ristrutturazione già avviato dall’AMA, mentre la Raggi propone l’apertura di nuovi centri di trattamento e una rivoluzione nella gestione della partecipata. Anche sulle Olimpiadi lo scontro si è acceso. La Raggi intende indire un referendum consultivo, mentre Giachetti si è schierato senza remore per il sì.

Sull’ATAC Giachetti propone di confermare la fiducia al piano di risanamento avviato dall’azienda di trasporto pubblico, mentre la Raggi accusa i vertici di volerla rendere più appetibile ai privati. Riguardo al debito del Comune l’esponente pentastellata chiede un audit. Giachetti è favorevole a una rinegoziazione con il Governo.

Giachetti: intitolare strada di Roma a Marco Pannella

Il candidato del PD ha poi proposto di intitolare una strada al leader dei Radicali Marco Pannella, scomparso poche settimane fa. La Raggi anche in questo caso è favorevole a passare la palla direttamente ai cittadini, avviando una consultazione per scegliere a chi intitolare una via dell’Urbe.