Tiziano Renzi, il padre dell’ex Premier Matteo Renzi, avrebbe deciso di autosospendersi dalla carica di segretario del Partito Democratico di Rignano (in provincia di Firenze). La decisione sarebbe stata comunicata attraverso il gruppo WhatsApp che la sede locale del partito aveva creato e da cui Tiziano Renzi avrebbe anche scelto di uscire dopo aver inviato il messaggio con la notizia.

La notizia della sua autosospensione sarebbe poi stata diffusa dal Corriere Fiorentino, che avrebbe anche raccontato di come si sarebbero svolti i fatti. Tiziano Renzi avrebbe deciso di optare per la sua autosospensione in seguito al suo coinvolgimento nell’inchiesta Consip. Quest’ultima è un’inchiesta aperta per indagare in merito ad un presunto caso di corruzione che riguarderebbe un imprenditore napoletano e alcuni dirigenti della società Consip, che si occupa di gran parte degli acquisti della Pubblica Amministrazione.

Vi abbraccio tutti. Buon lavoro W il Pd“, sarebbe stato questo il messaggio di commiato con cui Tiziano Renzi avrebbe deciso di autosospendersi da segretario del Partito Democratico di Rignano. L’uomo risulterebbe indagato per traffico di influenze.