Aggiornamento 15:35 – anche la giornalista Federica Sciarelli, conduttrice del programma tv di Rai 3 Chi l’ha visto?, risulterebbe indagata. La Sciarelli, stando a quanto ipotizzato dalla procura di Roma, sarebbe accusata di concorso in rivelazione di segreto. Sarebbe stata lei, sempre secondo la Procura, a far da tramite tra il pm Woodcock e un giornalista de Il Fatto Quotidiano per la presunta fuga di notizie sul caso Consip.

Il pubblico ministero di Napoli Henry John Woodcock risulterebbe indagato dalla Procura di Roma. Le indagini sarebbero relative all’inchiesta Consip e l’accusa, nel suo caso, sarebbe quella di violazione del segreto d’ufficio. Woodcock, in particolare, sarebbe coinvolto nella presunta fuga di notizie in merito all’inchiesta Consip che si verificò nello scorso mese di dicembre, quando, si sospetta, alcuni dirigenti della Consip stessa sarebbero stati avvertiti dell’indagine in corso.

Il procuratore aggiunto Paolo Ielo e il pubblico ministero Mario Palazzi riterrebbero che Woodcock possa essere proprio uno degli artefici della presunta fuga di notizie poi pubblicate su Il Fatto Quotidiano (ci si riferirebbe, in particolare, alla notizia delle indagini a carico di Luca Lotti – Ministro dello Sport – e del comandante generale dell’Arma Tullio Del Sette).

Woodcock che risulta, come detto, indagato per violazione del segreto d’ufficio, sarà ascoltato nei prossimi giorni per chiarire la propria posizione in merito.

Nella giornata odierna, invece, sempre per il medesimo filone d’inchiesta, sarà ascoltato Alessandro Sessa, vicecomandante del Nucleo operativo ecologico dei carabinieri, indagato perché nel corso di un interrogatorio in veste di testimone non avrebbe negato di essere stato informato dal capitano Scafarto in merito agli sviluppi dell’inchiesta Consip.