Bollino nero per il traffico del primo sabato di controesodo: strade e autostrade sono infatti prese d’assalto da tutti i cittadini italiani che stanno cercando di tornare a casa dopo le vacanze estive.

L’Anas nel suo bollettino ha infatti parlato di “possibile traffico intenso sulle principali direttrici che collegano le località di villeggiatura con i centri urbani. Nel pomeriggio, infatti, è previsto un incremento dei volumi della circolazione”.

Proprio per ridurre al minimo il rischio di ingorghi e di code chilometriche è in vigore oggi il divieto di transito per i mezzi pesanti, fino alle 16, mentre domenica 21 agosto arriverà sino alle 22.

Le situazioni più critiche sono state riscontrate sulla A10 Genova-Ventimiglia, con code che si protraggono fino a 39 km, nel tratto tra tra Andora e il raccordo dell’A10: uno scenario che potrebbe verificarsi anche domenica pomeriggio.

Ingorghi anche sulla A22 del Brennero: questa mattina registrati quasi 6 km di coda, con forti momenti di stasi anche tra Chiusa e Ala Avio e da Nogarole Rocca a Rovereto.

90 minuti di attesa hanno invece funestato il viaggio di coloro che si dirigevano verso la Francia attraverso il Traforo del Monte Bianco, mentre in direzione opposto, verso l’Italia, sono diminuiti a 30 i minuti di attesa.

In mattinata poi è stata chiusa per due ore l’Adriatica a causa di un incidente nei pressi di Monopoli. 10 km di coda avvistati anche sulla A23, che da Udine porta fino a Palmanova, dove il punto critico resta l’interconnessione con la A4 Venezia – Trieste.

Il meteo ci parla poi di alta pressione, con una perturbazione che porterà temporali al Nord, su tutta la Val Padana e sulle Alpi, mentre al Centrosud le temperature rimangono stabilmente roventi. Cambio di clima invece nella notte tra domenica e lunedì, con instabilità anche al Sud che dovrebbe fare scendere i gradi.