Roma ha iniziato a sperimentare la presenza del controllore fisso sugli autobus che si occupano del trasporto pubblico nella Capitale. Una soluzione che dovrà consentire soprattutto di prevenire il fenomeno dell’evasione del biglietto e che partirà su cinque linee nel giro di una settimana. Una sperimentazione, quella del controllore fisso sui bus dell’Atac che parte in concomitanza all’arrivo dei primi venticinque nuovi autobus previsti a Roma (in totale ne sono stati previsti centocinquanta).

Anche il sindaco Virginia Raggi ha preso parte al viaggio inaugurale dei nuovi bus, su cui erano presenti i controllori fissi. Le centocinquanta nuove vetture saranno impiegate soprattutto per rendere più agevoli gli spostamenti nelle periferie e in generale per collegare meglio una città, come quella di Roma, in cui il trasporto pubblico soffre indubbiamente di molte carenze. Il viaggio inaugurale compiuto da Virginia Raggi e dall’assessore alla Città in Movimento Linda Meleo è stato ad esempio fatto sulla linea 558, la Torre Maura Gardenie ma altri autobus sono stati destinati a percorsi quali, ad esempio, da Tor Sapienza a Porta di Roma, da Rebibbia a Tor Vergata, da Tor Lupara a Saxa Rubra.

Il calendario dell’introduzione dei nuovi bus Atac prevede che i mezzi siano sessanta entro la fine del mese di novembre, cento entro dicembre 2016 e centocinquanta entro il 2017 (il sindaco Raggi assicura entro la prossima primavera).

Sul profilo Facebook del sindaco di Roma è stato pubblicato anche un video del viaggio inaugurale su uno dei nuovi bus Atac: