È una storia terribile quella che viene dagli Usa e che vede protagonista una coppia di medici che si sarebbero dovuti sposare nei prossimi mesi. A mandare all’aria i loro piani, il loro futuro, è stato un uomo di 30 anni, rapinatore di banche, che è uscito recentemente dal carcere. Secondo gli inquirenti, sarebbe stato lui ad assassinare la coppia di medici i cui cadaveri sono stati rivenuti all’interno del loro appartamento a Boston, mutilati, con le mani legate e persino con la gola squarciata. Una scena raccapricciante a cui hanno dovuto assistere gli agenti che hanno anche trovato una scritta, forse di rivendicazione, sul muro della casa, secondo quanto riferito dal Boston Globe.

Medici trovati con le mani legate

L’ipotesi più accreditata è che la coppia di medici e il presunto assassino si conoscessero. Ancora ignoto il movente del duplice omicidio: saranno gli inquirenti a dover far luce su un fatto così tragico che ha portato alla morte di due giovani prossimi al matrimonio. “Possiamo ritenerci fortunati che nessun agente sia rimasto ferito. Avevamo davanti un uomo pronto a tutto, che aveva già ucciso due persone e non aveva più niente da perdere” è il commento del commissario William Evans.

Il presunto assassino è stato fermato solo dopo una sparatoria. Adesso è ricoverato in ospedale in condizioni stabili.