È finta male la luna di miele in Italia di una coppia coreana. Nella notte tra mercoledì e giovedì scorsi, infatti, l’uomo avrebbe ucciso la moglie gettandola giù dalla finestra di un albergo in cui soggiornavano a Cardano al Campo (in provincia di Varese). Il fatto sarebbe stato confermato da tre giovani ospiti dello stesso albergo, che non solo avrebbero sentito le urla della donna ma l’avrebbero poi vista penzolare e poi cadere dalla finestra, spinta dalle braccia dell’uomo.

Il 51nne coreano è adesso accusato di omicidio volontario della moglie (sua connazionale di 46 anni). Da quello che si sarebbe appreso fino a questo momento, il presunto omicida e la moglie avrebbero scelto di fare il viaggio di nozze in Italia assieme ad altri turisti coreani ma avrebbero trascorso tutto il tempo a litigare. La loro vacanza in Italia sarebbe dovuta terminare il 18 maggio scorso ma i due neo sposi avrebbero deciso di prolungarla di altri due giorni e di fermarsi proprio a Cardano al Campo.

La notte in cui sarebbe avvenuto il presunto delitto, secondo alcune testimonianze i due sarebbero rientrati in albergo in evidente stato alterato (probabilmente ubriachi). Ipotesi che sarebbe stata confermata anche dalla massiccia presenza di lattine di birra vuote che sarebbero state rinvenute all’interno della loro camera d’albergo. E adesso saranno le indagini a cercare di stabilire cosa sia avvenuto davvero quella notte e se possa essere confermata l’ipotesi che la donna è stata spinta giù dalla finestra e quindi assassinata.