Sale la tensione tra Corea del Nord e Usa. Kim, come ha fatto sapere l’intelligence sudcoreana ai parlamentari di Seul, avrebbe paura dell’operazione “decapitazione” che potrebbe portare, in caso di guerra, all’uccisione dei vertici del suo governo e soprattutto dello stesso Kim, ormai nemico numero uno di Donald Trump. Proprio di recente – come ricostruisce il Corriere.it – gli americani hanno imbarcato sulla portaerei Carl Vinson, che si trova di fronte la penisola coreana, i Navy Seal del Team 6, gli stessi che sono stati utilizzati per arrivare all’uccisione di Osama Bin Laden. Un messaggio forte e chiaro a Kim che, adesso, rischia grosso.

Corea del Nord, Kim cambia spesso auto

Kim è stato costretto a cambiare le sue abitudini. “Ha cominciato a muoversi all’aperto solo prima dell’alba, non viaggia più sulla sua Mercedes-Benz 600 ma cambia spesso auto usando quelle dei subordinati, tutte uguali ed anonime ha riferito il deputato Lee Cheol-woo dopo aver incontrato l’intelligence. Il capo della Corea del Nord, di fatto, avrebbe tagliato del 32% le sue uscite pubbliche rispetto a quelle dello stesso periodo del 2016.

Kim ha paura che gli americani passino dalle parole ai fatti, sa di aver osato troppo e che le sue continue provocazioni potrebbero avere degli effetti devastanti.