La Corea del Nord ha effettuato un nuovo test missilistico: a renderlo noto è l’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap secondo la quale il lancio sarebbe avvenuto domenica mattina poco prima delle 8 (ora locale) con il missile che, percorrendo 500 chilometri, sarebbe caduto nel Mar del Giappone. Non è la prima volta che accade, non è la prima volta che gli occhi di tutto il mondo siano puntati sulla Corea del Nord.

Lo scorso gennaio il leader Kim Jong aveva fatto sapere che stava preparando il lancio di un missile che sarebbe stato in grado di trasportare testate nucleari.

L’ennesimo test della Corea del Nord

Tokyo ha reagito inviando una protesta formale alle Nazioni Unite alle quali è stato chiesto di condannare fermamente il comportamento della Corea del Nord per il lancio del missile balistico. A placare gli animi il capo di gabinetto Yoshihide Suga secondo il quale il missile non sarebbe arrivato nelle acque territoriali giapponesi e che, di fatto, non ci sarebbero stati incidenti.

Trump contro la Corea del Nord

Immediata la reazione del Presidente americano, Donald Trump: “Voglio che tutti capiscano e sappiano che gli Stati Uniti sono al 100% al fianco del Giappone, un grande alleato”. Il premier giapponese, infatti, ha interloquito con Trump definendo “assolutamente intollerabile” ciò che è accaduto.