E’ stato effettuato l’ennesimo test di un missile balistico in Corea del Nord, stando a quanto rilevato dai militari della Corea del Sud. Il test, però, sarebbe fallito subito dopo il decollo: si tratta di una nuova provocazione nei confronti degli Stati Uniti che da tempo monitorano il regime di Kim Jong-un e che si sono detti pronti ad un raid. Il missile, dunque, è esploso in volo, non sarebbe uscito dal territorio della Corea del Nord e dunque non avrebbe raggiunto nemmeno il Mar del Giappone, come dichiarato dal comando Usa del Pacifico.

Corea del Nord, interviene anche Donald Trump

Il presidente americano Donald Trump è stato informato del nuovo test missilistico di Kim Jong-un e, adesso, il pericolo è che gli Usa possano passare dalle parole ai fatti. “La Corea del Nord ha mancato di rispetto agli auspici della Cina e al suo altamente rispettato presidente lanciando oggi, anche se senza successo, un missile. Male!” ha scritto su Twitter Trump. Come ricorderete, poche settimane fa, Kim Jong-un aveva affermato di voler “cancellare gli americani dalla faccia della Terra”.

Corea del Nord, stato di allerta in Giappone

Intanto è stato di allerta in Giappone, così come confermato dal capo di Gabinetto Yoshihide Suga.