La Corea del Nord ha fatto sapere di essere pronta ad “andare in guerra” se gli Stati Uniti lo vorranno definendo “spericolate” le manovre militari americane e avvertendo che Pyongyang disporrebbe di “un potente deterrente nucleare”. Sale, dunque, la tensione tra gli americani e la Corea del Nord, anche a seguito del fortissimo attacco di Trump in Afghanistan con la “madre di tutte le bombe” utilizzata per distruggere i tunnel dell’Isis (un attacco da intendersi anche come un vero e proprio avvertimento alla Corea del Nord).

Corea del Nord, sale la tensione con gli Usa

La Corea del Nord ha accusato Trump di aver creato un vero e proprio “circolo vizioso” di tensioni e che, in caso di attacco americano, Pyongyang “non terrà le braccia incrociate”. Il prossimo test nucleare, fanno sapere, verrà eseguito quando il quartier generale supremo lo riterrà opportuno. Secondo indiscrezioni di stampa, gli Usa potrebbero effettuare un raid preventivo in Corea del Nord qualora fosse confermata l’intenzione di Pyongyang di preparare un nuovo test nucleare.

Corea del Nord, forse raid preventivo degli Usa

Secondo la Nbc News, gli Usa avrebbero già piazzato due cacciatorpedinieri in grado di sganciare missili Tomahawk; una nave da guerra, invece, si troverebbe a 500 km da un sito usato dai coreani per effettuare test nucleari. Un portaerei, infine, è stata dirottato nel Mare delle Filippine, pronto ad essere utilizzato in caso di necessità.