Potrebbe essere il corpo di Manfred Fritz Bajorat, skipper scomparso nel 2009, quello ritrovato a bordo di uno yacht al largo delle Filippine, nell’Oceano Pacifico. Il tedesco, scomparso all’età di 59 anni, aveva fatto perdere le proprie tracce mentre era impegnato in un’avventura in solitaria e da quel momento non si era saputo più nulla di lui. Il presunto skipper scomparso è stato ritrovato da due pescatori.

Al momento non si hanno ancora certezze sull’identità del corpo mummificato né si sa per quali ragioni potrebbe essere morto. I pescatori che hanno rinvenuto il corpo del presunto skipper scomparso hanno raccontato di essere saliti sull’imbarcazione e di aver fatto la macabra scoperta del cadavere mummificato. L’identità dell’uomo potrebbe essere svelata grazie all’aiuto dei documenti ritrovati accanto a lui ma sta di fatto che a confermare l’identità saranno poi i rilievi della scientifica (i documenti d’identità avrebbero potuto essere stati rubati da qualcuno che poi si è impossessato anche dello yacht, ad esempio).

Chi conosceva lo skipper scomparso ha raccontato di come fosse un velista molto esperto e che difficilmente avrebbe navigato in cattive condizioni meteo. Lo yacht è stato infatti ritrovato con l’albero maestro distrutto e con gran parte della cabina sott’acqua. Il corpo del presunto skipper scomparso sarebbe invece riuscito a conservarsi per via delle condizioni climatiche della zona. Bajorat si era separato dalla moglie Claudia nel 2008 e la stessa era successivamente morta di cancro nel 2010. Per sapere con certezza se quello ritrovato sia effettivamente il suo cadavere occorrerà attendere il risultato degli esami in corso.

Le foto del ritrovamento dello yacht e del corpo mummificato del presunto skipper sono state diffuse dalla polizia di Barobo:

skipper scomparso