Due dirigenti e un funzionario del Comune di Milano sono stati arrestati questa mattina dagli agenti della polizia tributaria della Guardia di Finanza a seguito di un’indagine per corruzione portata avanti dal procuratore aggiunto Giulia Perrotti e del pm Luca Poniz.

L’inchiesta ha messo in luce alcuni casi di presunta corruzione aventi come finalità l’aggiudicazione di gare d’appalto della pubblica amministrazione a favore del Consorzio Milanese Scarl.

Il gip Alfonsa Maria Ferraro ha disposto l’incarcerazione di Massimiliano Ascione, titolare della Posizione Organizzativa del Comune di Milano, Stanislao Virgilio Innocenti, dirigente del Comune di Milano e Armando Lotumolo, dirigente dell’amministrazione comunale, indagati a vario titolo per corruzione e concussione.

Il giudice riporta che sono state rilevate “numerose ed endemiche corruttele che governano e verosimilmente continuano a governare l’assegnazione degli appalti all’interno del Comune” attraverso “un sistema nel quale ogni dipendente pubblico, titolare di un ruolo che attribuisce un potere, strumentalizza la funzione pubblica a interessi personali”.

Da quanto sostiene l’accusa Ascione avrebbe imposto a Marco Volpi, ovvero il titolare della Professione Edilizia Srl già arrestato a settembre del 2015, il pagamento di una tangente da 100mila euro, nonché il “regalo” di un orologio da 11mila euro. Ascione avrebbe fatto leva sul proprio ruolo nell’ambito dell’appalto ottenuto per la certificazione di idoneità statica degli edifici scolastici.

L’inchiesta, che rappresenta la seconda parte di un’indagine già avviata a settembre che aveva portato all’arresto di Angelo Russo e Giuseppe Amoroso dell’Ufficio settore manutenzione del Comune di Milano, era partita proprio grazie a un racconto di Volpi.

A novembre questi aveva infatti riportato di aver consegnato un compenso di 100mila euro in più tranche ad Ascione: i pagamenti avvenivano anche in contanti e direttamente negli uffici del dirigente. La somma totale era pari a circa il 5% del valore dell’intero appalto.