Sono tre le persone rimaste intrappolate e quindi morrte in un appartamento del centro storico di Cosenza mentre nel pomeriggio di ieri divampava un incendio.

Ancora da accertare le cause del rogo che ha ucciso Roberto e Antonio Noce, fratelli, e Serafina Speranza, fidanzata di uno dei due. Il terzetto pareva abitare abusivamente nello stabile di corso Telesio, sito proprio nella zona centrale della città.

All’esterno della palazzina, mentre gli abitanti assistevano impotenti, i vigili del fuochi chiamati dai vicini tentavano di spegnere le fiamme. I residenti infatti avevano sentito le urla delle persone intrappolate.

Purtroppo le operazioni di soccorso sono state complicate dal rischio di crolli nell’antico stabile, che si trova proprio nelle vicinanze della cattedrale.

Solo in seguito a un lavoro di due ore i vigili sono riusciti ad avere ragione del fuoco, ritrovando i tre corpi carbonizzati delle vittime, di cui era già stata resa nota la scomparsa.