L’ultimo viaggio della Costa Concordia è quindi in vista della conclusione. Alle prime luci dell’alba di domenica 27 luglio, quando il relitto aveva raggiunto le due miglia dalla costa, i piloti del porto di Genova sono saliti a bordo del relitto. Poi è stata avviata la manovra di aggancio degli otto rimorchiatori portuali che sostituiranno quelli atlantici a cui è stato affidato il traino dall’isola del Giglio.

Sono in corso le delicate manovre d’ingresso al molo del Prà, dove la carcassa verrà sottoposta all’ultimo attracco a Voltri. Il tempo è sostanzialmente sereno, anche se c’è un certo vento. Le operazioni dovrebbero essere concluse entro le 16. Nel primo pomeriggio è previsto anche l’arrivo del presidente del Consiglio Matteo Renzi. A Genova venne costruita dalla Fincantieri e a Genova verrà “tumulata”. Le lunghe operazioni di smantellamento della nave affondata il 13 gennaio 2012, quando al comando c’era Francesco Schettino, comporteranno circa due anni. E’ previsto il recupero di circa l’80% del materiale.