Nel tardo pomeriggio della prima giornata di operazioni, lunedì 16 settembre, poco prima delle 18, lo scafo della Costa Concordia emerso dall’acqua è alto circa quattro metri. Da un punto di vista scientifico, si tratta di un angolo di 11 gradi. Si parla di prima giornata di operazioni perchè è certo, come hanno comunicato i tecnici, che il recupero proseguirà per tutta la notte e dovrebbe concludersi verso l’alba di martedì 17 settembre (foto by InfoPhoto).

Poco dopo le 18 i lavori sono stati interrotti per circa un’ora, in modo da consentire una manutenzione ad alcuni cavi non più in tensione. Sergio Girotto, responsabile dell’operazione, ha spiegato che ci sono stati “dei ritardi fisiologici. Siamo soddisfatti, anche se si allungano i tempi”. Punzecchiato dai giornalisti durante la conferenza stampa tardo-pomeridiana per il contrattempo, del resto velocemente risolto, il capo della protezione civile, Franco Gabrielli, ha risposto: “E’ la logica di questo Paese. Invece di dire bravo che ti sei premunito, si dice, perchè non hai calcolato anche la sfiga?“.

LINK CORRELATI:

Costa Concordia rotazione: relitto ruotato di 10 gradi.

Rotazione Costa Concordia video: le riprese durante le operazioni di ribaltamento.

Costa concordia rotazione: lo scafo si è staccato dagli scogli.

Costa Concordia recupero: la rotazione in diretta streaming – video

Costa Concordia recupero: il video che spiega come viene rimossa.

Costa Concordia rimozione: quali rischi si possono correre.