UPDATE ore 14.00: La Costa Concordia galleggia, resta dritta e ha compiuto i primi 30 metri. Ad annunciarlo è stato l’ingegnere Franco Porcellacchia, responsabile del progetto di rimozione dal Giglio per Costa Crociere: “La nave è staccata dalla piattaforma sia con la poppa che con la prora, adesso galleggia con i cassoni attaccati ed è tenuta in posizione da due rimorchiatori che la tirano verso est, cioè verso il mare”.

Al via le operazioni per il rigalleggiamento del relitto della Costa Concordia, il cui incidente avvenne il 13 gennaio del 2012, di fronte all’isola del Giglio. La prima fase dei lavori, guidati da Nick Sloane, durerà circa 8 ore e prevederà il sollevamento della nave di circa due metri e lo spostamento di 30 verso est. Proprio durante lo spostamento sarà prevista l’interruzione dei collegamenti tra l’isola del Giglio e l’Argentario.

La Costa Concordia dovrebbe poi essere trasferita a Genova, dove sarà smantellata, lunedì 21 luglio, anche se il viaggio potrebbe essere anticipato a sabato 19, qualora il meteo lo permettesse. L’andatura del relitto sarà molto lenta e questo per evitare rischi causati dall’eventuale mare mosso. Le rotte scelte sono due e sarà preferita quella più conveniente in base ai venti e alla corrente.