Ultimo viaggio per la Costa Concordia, la nave naufragata la sera del 13 gennaio 2012 a pochi metri dall’isola del Giglio. La carcassa dell’imbarcazione, al termine di una delicata manovra, è approdata all’interno dell’area Ente Bacini di Genova, dove sarà demolita.

La nave, così come spiega il Secolo XIX, è stata trainata inizialmente da quattro rimorichiatori. Una volta giunta, di prua, davanti all’Ente Bacini, è stata presa in consegna da un quinto mezzo.

Si è conclusa così una operazione per la quale sono state necessarie molto meno delle dieci ore previste. L’ultimo viaggio della Costa Concordia si è così svolto all’interno del porto genovese, appena 1,8 miglia per uno spostamento però complesso, che ha chiamato in causa cinque mezzi e decine di uomini.

L’ammiraglio Giovanni Pettorino, Comandante della Capitaneria di Porto, ha messo in risalto “la professionalità dei lavoratori dello scalo di Genova”.

Da quando è giunta nel porto genovese, la Concordia ha effettuato tre viaggi. E’ approdata alla diga di pra’, poi all’ex superbacino. Stamane le ultime miglia pruima di congedarsi dal mare, per sempre.