L’estate si avvicina ed è ormai certo che il relitto della Costa Concordia non potrà essere tolto in tempo, si parla infatti della primavera 2013.

A questo proposito Gianni Onorato dichiara infatti che ‘in questi due mesi ci siamo dedicati ad una vera emergenza: assistere i passeggeri, le famiglie e l’equipaggio. Abbiamo impegnato tutte le nostre forze in questa direzione. Oggi, dopo il completo svuotamento dei serbatoi, della Costa Concordia e la pulizia dei fondali, iniziata la settimana scorsa, ci stiamo concentrando sul piano di rimozione della Concordia. Entro il 20 aprile si dovrà trovare l’azienda specializzata che rimuoverà la Concordia, operazione che avverrà entro la primavera del 2013’.

Il 2012 non sarà però solo l’anno della rimozione della Concordia, Costa Crociere ha deciso di investire 9 milioni di euro e ripartire da Genova e da Savona che saranno protagoniste di 220 scali.

‘Non potevamo non pensare di ripartire da Genova – ha dichiarato Onorato – dove è presente il quartiere generale della compagnia e da Savona dove le nostre navi hanno la loro base’.

Una buona notizia dunque per tutti i dipendenti liguri di Costa che, vista la difficile situazione, iniziavano a sentire odore di licenziamenti.