Dopo aver sofferto tantissimo per la perdita del suo cane, a cui era molto legato, ha deciso di aiutare nel miglior modo possibile gli amici a quattro zampe con un’iniziativa davvero straordinaria. Il protagonista di questa storia incredibile è Wang Yan, un ragazzo cinese di ventinove anni, che con sacrificio e tanto buona volontà ha costruito un grande rifugio per cani, dove gli animali randagi più bisognosi hanno un posto in cui dormire e sfamarsi, ricevendo inoltre le cure mediche adeguate.

La struttura è stata ricavata da un vecchio macello, luogo simbolico della sofferenza degli animali, trasformata a spese del ragazzo in un ottimo luogo di accoglienza per i cani. Lì gli animali possono trovare cibo e cure necessarie, scampando alla morte sicura dettata dalle severe leggi contro il randagismo in vigore in Cina. Con questa sua iniziativa Wang ha, così, salvato ben duemila cani, anche se adesso il rifugio ospita ancora duecento cani in cerca di padroni pronti ad adottarli. Il ragazzo generoso, intanto, ha lanciato un appello di solidarietà ai suoi concittadini, così come riporta “Metro”:

“Non voglio denaro. Confido solo nella bontà delle persone e su quello che riescono a portare. Cibo, coperte, ogni genere di aiuto è prezioso”.