La parola “fine” porta con sé un taglio. Taglio che, in alcuni casi, può significare una rottura portatrice di novità. Positive, perché no.

Questo è ciò che succede in casa Costume National. In un’intervista a MF Fashion Carlo Capasa, co-fondatore e amministratore delegato della maison insieme al fratello Ennio, ha annunciato l’addio a C’N'C, la linea giovane di Costume National, che sarà sostituita da “Costume and Costume”.

Collaborazioni che finiscono e collaborazioni che nascono: Ittierre se ne va e arriva ed entra FFI-Global, società con sede a Bangalore, nel sud dell’India, ma con una sede in Veneto e gran parte di produzione e ricerca in Toscana, che ha siglato con Costume National un accordo di cinque anni per dieci stagioni, a partire dalla collezione Autunno Inverno 2014/2015.

«Il marchio, che sostituisce C’N'C, risponde ad un mercato sempre più orientato al retail e al web ed è pensato per essere una continuazione della main line in chiave più contemporary», così l’annuncio che è stato reso disponibile.

“Costume and Costume” debutterà domani 4 gennaio da LuisaViaRoma, durante l’evento Firenze4Ever (scoprite qui le novità per il Pitti) e sarà presente “fisicamente” con un’installazione creata da Felice Limosani oltre che, naturalmente, nello store online.

Ricordo inoltre che lo scorso luglio lo stesso Ennio Capasa ha annunciato il ritorno di Costume National alle sfilate di Milano dopo molti anni a Parigi: segnali positivi e di rinnovamento per la moda italiana che non possiamo che accogliere con entusiasmo.

(photo Costume National)

(Seguite Valentina su Google Plus e Twitter)