Una serie di forti dolori allo stomaco, la corsa all’ospedale, i medici che credono si tratti di una gravidanza ma poi la terribile scoperta: era un tumore alle ovaie,

Louise Bryant, 26 anni di Madison racconta il suo calvario: “Sapevo che non ero incinta, ma ho fatto un test semplicemente per escludere la gravidanza. Tuttavia, i medici continuavano a chiedermi di farne ancora perché tutti erano confusi dal gonfiore”.

Una volta fatti dei controlli approfonditi, ecco arrivare la diagnosi: aveva un tumore dalle dimensioni di un pallone da calcio: “Quando mi guardo indietro, capisco che tutti i sintomi che avevo erano quelli tipici del cancro alle ovaie. Sono felice di aver pressato diversi staff di medici per avere delle risposte”.

Solo un intervento durato ben 4 ore e successiva biopsia (che ha dato esito di cancro maligno) hanno potuto salvarla. Oggi passati i 5 mesi, la malattia è solo un brutto ricordo e il sogno di avere un figlio con il marito Ben non lo ha ancora abbandonato.