Avvocati, architetti, ingegneri, medici (odontoiatri), biologi e psicologi non sono più professioni redditizie.

Come riporta il Messaggero, sono oltre 20 mila gli avvocati che nel 2012 hanno fatturato zero e che sono risultati improduttivi.

Ai cosiddetti “nuovi poveri” si aggiungono anche architetti e ingegneri cui il 27% vive in condizioni economiche al di sotto della soglia di povertà il restante, pur guadagnando, ha visto scendere il proprio reddito del 6%.

Altra categori poco redditizia anche gli psicologi che guadagna 625 euro mensilmente, mentre i notai registrano un calo di fatturato di oltre il 50%. La crisi ha colpito anche gli odontoiatri: il 12% su 46 mila è disoccupato, gli altri guadagnano anche sette euro all’ora.

Foto: InfoPhoto