Si infiamma la passione dei viaggiatori per le crociere che, in questi ultimi anni, sono state protagonista di una forte crescita in controtendenza rispetto agli altri settori dell’economia.

Quello crocieristico è infatti un comparto che, per svariate ragioni, è riuscito a contenere i danni provocati dalla crisi economica che ha colpito l’Europa e gli Stati Uniti.

MSC è tra le compagnie che in questi anni ha saputo rilanciare la propria immagine e rendere sempre più accattivante il viaggio in crociera, e sempre più ricchi i porti nei quali attracca.

Trieste, per esempio, dal 2013 diventerà home port della MSC Melody che, secondo le stime di MSC, porterà nella città 19 mila passeggeri.

A confermare il dato sarebbe la stessa compagnia per voce di Massimo Bertoldero, manager Nord Est Italia di MSC, che, in occasione della cerimonia ‘Maiden Call’ avrebbe dichiarato che “Trieste è senza dubbio uno dei porti italiani che nel 2012 hanno fatto registrare una crescita maggiore in termini di crocieristi movimentati. Il prossimo anno Msc Crociere ha inserito Trieste, punto nevralgico per il raggiungimento dei crocieristi provenienti dai paesi dell’Est, come porto di imbarco di un ciclo di 15 itinerari estivi verso Croazia, Montenegro e Grecia”.